15/02/10

Premetto che sono a dieta praticamente da sempre. Quand'ero ragazzina non ho mai avuto problemi di peso. Avevo, e ho tutt'ora, un fisico "normale", con vita stretta, fianchi rotondi e spalle larghe. Ma quando a 17 anni ho iniziato a fare la ballerina di professione in televisione ho messo su parecchi muscoli, che aggiunti all'ossatura grossa portavano l'ago della bilancia a lievitare sensibilmente.
Chi danza sa di cosa parlo: più sei magra ed "efebica" e meglio ti muovi nello spazio. Se poi lavori in televisione devi mantenerti costantemente sottopeso perché la TV - o meglio il monitor - ingrassa 10 chili! Così, dai 17 anni in su ho sperimentato ogni tipo di dieta. Con il passare degli anni, e il cambio di professione, mi sono finalmente liberata da tutte quelle costrizioni, ma quando avrei potuto iniziare a godere dei piaceri della tavola sono iniziati i problemi con le allergie e le intolleranze alimentari. E il calvario è proseguito. A volte penso che quelle diete ferree, spesso drastiche, abbiano sensibilizzato il mio "equilibrio  interno" e favorito l'insorgere dei problemi alimentari; e nonostante adesso mi alimenti con molta più attenzione di prima - in modo più "sano" ed equilibrato - combatto ogni giorno con un metabolismo lento come una lumaca! Ecco perché quando la dott.ssa Marta mi ha suggerito di provare la dieta proteica per raccontarla sul blog, ho aderito con piacere. Per problemi logistici (i miei tempi lavorativi sono molto intensi) ho deciso di seguire la dieta con le buste già pronte e di fare, non una dieta stretta - talebana - ma una dieta mista, cioè: due pasti in polvere, colazione e pranzo e uno libero a cena, scegliendo fra gli alimenti permessi.  

Durata della dieta: 15 giorni. Obbiettivi: perdere un chilo, un chilo e mezzo a settimana. Alimenti vietati: pane, pasta, riso, cereali e frutta, nonché formaggi e latticini, zuccheri e vino. Alimenti permessi: verdure crude e cotte, carne bianca, pesce e latte scremato (nel quale scioglierò le polveri). Integratori da assumere ogni giorno: potassio, magnesio, calcio, vitamina D e omega 3.

Inizio dieta. Sono arrivati a casa i prodotti ordinati dalla dottoressa: una marea di buste giacciono sparse sul tavolo della cucina. Ho buste per la prima colazione, buste per il pranzo o la cena, buste come snack - se dovessi averne bisogno - biscotti e barrette rompifame. C'è solo l'imbarazzo della scelta. Vabbè, coraggio, è solo per 15 giorni, che sarà mai? Farò colazione con una porzione di biscotti al cioccolato. La confezione dice "biscotto iper proteinato al cioccolato" e fra gli ingredienti non c'è nulla a cui io sia allergica. Meno male. Il sapore non è niente male... sembra un normalissimo biscotto di quelli con un lato ricoperto di cioccolato. Due bastano già per riempirmi lo stomaco. Per pranzo mi faccio una zuppa di pollo. Devo solo sciogliere la polvere in una ciotola con 200 ml di acqua e altrettanto di latte, che in questo caso sarà Zymil perché in casa mia altro latte non c'è, e poi scaldarla nel forno a microonde. Semplicissimo. Ehm. Volete sapere il sapore? Ok. C'è di peggio nella vita, lo so, ma... francamente speravo meglio. Alla quarta cucchiaiata il mio stomaco chiude bottega. Stop. Fine supplizio. Finita la fame. Non c'è verso di mangiare altro. La metterò nel frigo e nel caso la finirò per cena.

Secondo giorno. Ieri sera, colta dai sensi di colpa, ho finito la zuppa. Ah, che penitenza. Per consolarmi, poi, ho cucinato delle verdure al vapore, carote, broccoli e cavolfiore, e me li sono pappati di gusto. Ma un'ora dopo il mio stomaco languiva reclamando cibo. Così, ho aperto la confezione delle barrette e ne ho mangiata una al caramello. Deliziosa... Finalmente qualcosa di gustoso. Felice e contenta me ne sono andata a letto. Oggi a colazione bevo il mio caffè e provo un budino ai cereali. L'odore è decisamente troppo dolce ma il sapore è meno intenso. Passata, via. Ma rimpiango la mia fetta "wasa" quotidiana cosparsa di marmellata fatta in casa senza zucchero. Vabbè, meglio non pensarci. Due ore dopo apro una zuppa di funghi e la metto nel minipimer. Devo riuscire a capire perché la polvere si amalgama così male con l'acqua e il latte. C'è scritto di mettere prima la polvere e poi i liquidi... e se provassi a metter prima l'acqua? In effetti, questa volta il composto riesce meglio e la zuppa è decisamente gradevole. Si sentono persino dei pezzetti di funghi sotto i denti. Qualche ora dopo ho la bocca arsa: so che devo bere almeno due litri di acqua al giorno ma ne avrò scolati almeno tre! Voglie particolari non ne ho - quando si è a dieta vengono delle voglie pazzesche, soprattutto di ciò che non si può mangiare - ma mi manca da morire la frutta e la verdura. L'umore è buono. Non ho cali di pressione né giramenti di testa. Tutto procede bene.

Terzo giorno. E' domenica, mi sveglio senza fame e sono appena le 10.30 del mattino. Domanda: devo mangiare per forza quel buonissimo budino a colazione anche se non ho fame? E se lasciassi perdere e mi godessi in pace il caffè? Sì. Farò così, sperando di non fare troppi danni. Tre ore dopo ancora nessun sintomo di fame, solo tanta, tantissima sete. Non ho mai bevuto tanta acqua come in questi giorni. Fra l'altro, non ho notizie nemmeno del mio intestino, che di solito è regolare. E sì che il magnesio l'ho preso... Mi sa che stasera aumento la dose. La stipsi in questi casi è assicurata perché le fibre introdotte dalla verdura non sono sufficienti a far funzionare bene l'intestino. Alla fine decido di non pranzare. Si è fatto tardi e devo andare a fare un paio di commissioni urgenti. Mi porterò dietro quattro biscotti iperproteici a mo' di snack e dopo, quando rientro, mi farò una zuppa.

E' il quarto giorno e mi sveglio ancora senza fame. Per colazione c'è l'immancabile caffè accompagnato da una busta al cappuccino. Ha un sapore gradevole con un leggero retrogusto alla liquirizia. Lo butto giù un po' controvoglia. La sete è sempre tanta e visto il silenzio ostinato del mio intestino cerco di bere più acqua che posso. L'umore è ancora alto e stasera avrò anche l'occasione di testare la resistenza muscolare in palestra. A pranzo mi preparo un'ottima zuppa di cipolla. Nel pomeriggio ho un po' di languorino e faccio un break con una barretta; a cena cucino del pesce ai ferri con verdure al vapore. Mentre mi preparo per andare a ballare addocchio la bilancia. No, non credo proprio che l'ago si sia spostato dal mio peso abituale, ma tanto per scrupolo - e una curiosità barbina - mi fiondo sopra. Niente. Ma che pensavo? D'aver perso un chilo in soli quattro giorni? Eppure c'è chi seguendo questa dieta in modo stretto ne ha persi anche tre! Chissà che emozione... Ma mi chiedo: è giusto perdere tanto peso in così poco tempo?

Il quinto giorno vola. La fame è pochissima, l'intestino - dopo uno squaraus provocato da dosi massicce di magnesio - ha ripreso a funzionare regolarmente. Sia ringraziato Dio. Fra una busta gradevole e una un po' meno, tiro avanti facendo sogni orgiastici: tripudi di frutta fresca, fra cui ciliege grosse e croccanti, ananassi dal profumo intenso, angurie gocciolanti e meloni carnosi, mi vengono portati su vassoi d'argento. Ovunque mi giri c'è frutta dai colori tropicali. Capiamoci, mica sogno la mela della Valgardena, io!

Il sesto e il settimo giorno sono simili ai precedenti, con la sola variante che sono così presa dal lavoro che al cibo non penso più. L'allenamento settimanale in palestra non ha avuto intoppi, anzi. Mi sentivo piena d'energia. Ma non esulto ancora perché dopo sei giorni di riposo mi meraviglierei del contrario. Aspettiamo di arrivare in fondo alla dieta e poi vediamo come sto a forza muscolare. 

Ottavo giorno. Stamattina mi sono pesata. Sono salita sulla bilancia ancora mezza addormentata e con gli occhi semi chiusi, ho abbassato lo sguardo distratta e ho alzato la testa stupita. Nessun errore, la bilancia era esatta. Ho acceso la luce ed ho sgranato tanto d'occhi: - 2 chili?? Due chili in meno in una settimana? Mando un sms a Marta comunicandole il risultato.
Mai avrei immaginato di calare così!

Dopo due settimane di dieta proteica sono a quota - 3 chili. Conclusioni finali? Ho sofferto per la mancanza di frutta, per l'abolizione dei formaggi e per alcuni gusti un po' troppo sintetici delle bustine che alla fine mi uscivano dagli occhi, ma a parte questo, ho continuato a fare la mia regolare attività fisica - circa 7 ore a settimana - senza perdita di energia o di tono muscolare. Oltre ai chili ho perso anche 5 cm in vita, sgonfiando la siluette, e una piccola percentuale di massa magra. Le curve? Sempre al loro posto, soprattutto il seno che grazie agli esercizi intensivi fatti in palestra è ancor più tonico di prima. Per chi vuol sapere se la consiglierei, rispondo: sì, a patto che ci sia la salute e una forte motivazione. Costi? Per i primi 15 giorni ho speso poco più di € 240,00 ai quali vanno aggiunti circa altri 200,00 per la fase di transizione. Se avete domande, sarò felice di rispondervi.

di Gin Castelli

14 commenti

Deborah ha detto... @ 17 febbraio 2010 08:15

La dieta proteica...mmmh non ci riuscirei mai senza frutta e senza un briciolo di carboidrati, la mia funziona benissimo e si mangia proprio tutto =)comunque leggendo qualche post vecchio ho letto la storia che parla delle difficoltà delle "piccoline" a trovare vestiti adatti. Ho trovato questo su pinkblog se può interessare ^^ http://www.pinkblog.it/post/5683/consigli-di-stile-per-chi-ha-un-fisico-minuto

Anonimo ha detto... @ 22 febbraio 2010 01:10

Ciao,
sono Chiara e sto facendo anch'io la dieta proteica da novembre scorso. Per me è durissima: devo 20 kg ma per adesso ne ho persi solo 10.

GinCastelli ha detto... @ 22 febbraio 2010 09:28

Ciao Deborah,
la tua che tipo di dieta è?

GinCastelli ha detto... @ 22 febbraio 2010 09:31

@Chiara
Tieni duro: sei già a metà strada! Non mollare :-))

Anonimo ha detto... @ 25 febbraio 2010 08:17

Ciao! Complimenti per il blog :-D
Conosco questa dieta perchè l'ho seguita anch'io qualche anno fa prima di sposarmi. Ho perso 6 chili e da allora non li ho più ripresi. Patty

Anonimo ha detto... @ 12 gennaio 2012 13:19

Sto provando anche io la dieta proteica,spero come voi di avere risultati,sono solo 2 giorni,la prossima settimana vi aggiornerò su quanto ho perso....ho visto il commento di Chiara,ciao io sono Patrizia mettiti in contatto con me,fammi sapere che risultati hai raggiunto,voglio incoraggiamento.....

dott.ssa Marta Molinari ha detto... @ 31 gennaio 2012 05:19

siamo tutti diversi, alcuni hanno bisogno di una dieta ferrea, "talebana", mentre altri necessitano di un approccio piuu morbido. Ad ognuno la sua dieta quindi, ma qualsiasi sia la vostra scelta, aderite a quanto iniziato. In caso di dubbi chiamate chi vi segue. In caso di scoraggiamento.. scegliete un amica come help line!
Un incoraggiamento virtuale anche dal blog, a tutte!

Anonimo ha detto... @ 27 febbraio 2012 01:06

Ciao a tutte, sono Giulia, io sono intenzionata a provare ad iniziare la dieta proteica e stavo leggendo qua alcuni dei vostri commenti... che consiglio mi date?!

Anonimo ha detto... @ 10 marzo 2012 06:50

ragazzi sono patrizia,ho scritto un post il 12 gennaio,vi avevo promesso di darvi notizie su questa dieta x me risultata fantasica,ad oggi ho perso 8 kg,credetemi,nn avevo mai raggiunto tali risultati in cosi' poco tempo.....ho sospeso le bustine già da 2 settimane e continuo a perdere peso,sono intenzionata a riprenderle tra 2 settimane cosi' avrò un mese di sosta,cosi' mi hanno consigliato......sono strafelice,provatela e fatemi sapere

Anonimo ha detto... @ 12 marzo 2012 03:06

Ma questa dieta funziona veramente?! io sono intenzionata a farla ma tanti me l'hanno sconsigliata... tu patrizia che consiglio mi dai?

Anonimo ha detto... @ 16 aprile 2012 14:15

io ti consiglio di cominciare...funziona benissimo.Io da oggi ho ripreso con le bustine dopo un mese di fermo,adesso vorrei perdere altri 8 chili....patrizia

Anonimo ha detto... @ 14 settembre 2012 17:09

eciao,sono patrizia,con grande dispiacere noto che nessuno scrive su questo blog,forse nn siete riuscite a dimagrire e quindi nn vi interessa più.Io sono invece molto contenta dei risultati ottenuti e vi assicuro che nn ci speravo,visto che tutte le altre diete sono state un fallimento,oggi grazie a pepto diet ed alla mia buona volontà ho perso 19 chili,mi mancano gli ultimi 7 x raggiungere il mio traguardo....

Sara ha detto... @ 19 settembre 2012 10:38

Ciao a tutti, vorrei portare la mia esperienza con questo tipo di dieta. All'inizio ero un pò scettica sull'efficacia ma sopratutto sulla "bontà" di questo tipo di prodotti, ma provati gli alimenti Ciao Carb su nutriwellshop.it ho assolutamente cambiato idea e sopratutto vita! Ho raggiunto il mio obiettivo "Peso" in poche settimane (non che dovessi perdere chissà che) ma con questo tipo di dieta praticamente non è cambiato nulla nella mia alimentazione. Una cosa importante è che in questi regimi alimentari non bisogna mai prendere iniziative ma essere sempre diretti da un nutrizionista o dietologo.

Un saluto a tutti e complimenti per il Blog!

giuseppe torre ha detto... @ 18 febbraio 2013 02:27

io non ho usato ne bustine ne altri prodotti sintetici, la mia dieta e' stata semplicissima e ho perso 10 kg in un mese e mezzo circa e non l'ho' piu' ripreso.....
una arancia e una fetta biscottata ogni mattina...per pranzo e cena ho mangiato di tutto.....HO SOLO RIDOTTO A META' ESATTA LE MIE PORZIONI!! SEMPLICE da fare, GUSTOSA perche' non ti fai mancare niente ed EFFICACE perche' introduci la meta' delle calorie che assumevi prima ;) credetemi, con me ha funzionato e quasi non me ne sono neanche accorto !

Posta un commento