05/02/10

Quante diete esistono? Troppe, secondo me, e sicuramente c’è poca chiarezza e molto marketing sull’argomento. Ogni volta che vengo a conoscenza di una nuova dieta, da professionista, sento l’esigenza di informarmi bene. A volte sono grandissime bufale, altre volte metodi ben studiati che possono funzionare soprattutto se applicati con intelligenza. Ma la soluzione "universale" per tutti semplicemente non esiste. Quando per la prima volta mi è stata proposta la dieta proteica
è scattata l’ennesima fase di studio, che in questo caso mi ha convinto, ma solo dopo averla provata di persona.Io sono fortunata, reagisco subito, e ho perso circa 3 Kg in 2 settimane, durante le quali ammetto di non essere stata troppo “talebana”. Ma non seguite il mio esempio perché questa dieta esige rigore, se si vogliono risultati duraturi.

La dieta proteica è una dieta “chetogenica” a bassissimo contenuto di calorie (800-900). Cosa significa chetogenica? In pratica si mantiene un apporto di proteine fisiologico per preservare la massa muscolare e si  riducono (attenzione, riducono non eliminano) in maniera molto drastica carboidrati e grassi. In questo modo si costringe il corpo a utilizzare i grassi di riserva come fonte di energia grazie a un processo chiamato beta-ossidazione. I prodotti di scarto sono i corpi chetonici, che hanno un effetto euforizzante e inibiscono la fame; in questo modo si riesce a mantenere un regime molto rigoroso senza soffrire. I corpi chetonici (misurabili nelle urine con il ketur test) sono quindi utilissimi, ma danno anche qualche problema. A parte la frequente alitosi (alito pessimo, tipo acetone! Viva le mentine senza zucchero), costringono i reni a un super lavoro, e portano all’eccessiva eliminazione di sodio e potassio, che andranno integrati in maniera oculata per evitare problemi di salute anche gravi.



Questo è il motivo principale (non l’unico, perché esistono anche varie controindicazioni) per il quale la dieta proteica non è una dieta fai-da-te, ma va seguita sotto controllo medico, e con analisi del sangue alla mano. Occhio quindi alle aziende che con troppa facilità vi vogliono vendere i prodotti per la dieta miracolosa senza il supporto di personale sanitario qualificato.Se si segue una dieta ipocalorica per un periodo abbastanza lungo, il metabolismo si abbassa, e appena riprendiamo a mangiare normalmente si riprendono tutti i chili, con gli interessi.  Per questo motivo la dieta proteica prevede, alla fine della fase di dimagrimento, una fase di transizione, che deve durare quanto quella di dimagrimento. Questa fase serve a reintrodurre gradualmente tutti gli alimenti prima esclusi, e a riattivare il metabolismo per mantenere nel tempo i risultati raggiunti. L’altro risultato che si ottiene è quello di una ri-educazione alimentare, che a mio avviso è forse il risultato più importante per mantenere la forma e la salute nel tempo. Resto a vostra disposizione se avete domande sulla dieta proteica.

a cura della dott.ssa Marta Molinari 

Vedi anche: www.menopeso.it; www.pentadiet.it/

33 commenti

Anonimo ha detto... @ 07 febbraio 2010 06:14

Gentile dottoressa, mi piacerebbe sapere quali sono le controindicazioni che ha accennato di questa dieta, perché vorrei provarla su di me. Grazie!
Annalisa

Anonimo ha detto... @ 07 febbraio 2010 10:28

Buona sera dottoressa Marta,
vorrei fare due domande:

che differenze ci sono fra la dieta proteica chetogenica e la dieta del dott. Atkins?

E' vero che un'alimentazione improntata sulle proteine aumenta il rischio di cancro al colon?
Grazie per l'attenzione, Paola

Marta ha detto... @ 08 febbraio 2010 03:11

Buongiorno!
Risposta per Annalisa
Allora le controindicazioni sono: diabete tipo 1, insufficienza renale, insufficienza epatica, patologie cardiache, disturbi psichiatrici, gravidanza... inoltre bisogna valutare l'eventuale controindicazione all'uso concomitante di farmaci, ad es. diuretici. Per questo va seguita sotto attento controllo medico.

Per rispondere a Paola:
la dieta Atkins è sempre una chetogenica, ma non limita il consumo di proteine e grassi, quindi rischia di essere iper proteica e iper lipidica, con una grande abbondanza di grassi saturi. Inoltre non è una chetosi controllata, il quantitativo di carboidrati permesso, almeno nelle prime fasi, è davvero ridotto.

L'aumento di cancro al colon associato ad una dieta ricca di proteine potrebbe dipendere da un concomitante scarso utilizzo di alimenti vegetali. In quel modo l'intestino non funziona bene, e questo è un fattore di rischio importante. Inoltre alcuni tipi di cottura delle carni possono aumentare il rischio di tumore per tutte le cause.

Spero di essere stata chiara?
Marta

Anonimo ha detto... @ 10 febbraio 2010 01:57

Buongiorno dottoressa, ma lei propone anche questa dieta?
se sì la fa con integratori sostituti del pasto tipo sdm o no?
Grazie
Madi

Anonimo ha detto... @ 10 febbraio 2010 02:33

Grazie è statamolto gentile. Non ho di questi problemi per fortuna e vorrei iniziare la dieta che lei propone, c'è un'associazione di dietologi o nutrizionisti a cui rivolgersi per trovare un professionista nella mia città? Io vivo a Gallipoli, grazie.
Annalisa

Marta ha detto... @ 10 febbraio 2010 03:19

Rispondo sia a madi che ad annalisa.
La dieta proteica è stata ideata proprio con l'ausilio di pasti sostitutivi (o integratori), per semplicità, e per avere maggiore precisione negli apporti nutrizionali.
Personalmente mi appoggio proprio a sdm (www.menopeso.it), che ritengo una ditta molto seria. Sul sito c'è anche un elenco dei professionisti che fanno capo a loro.
Ottimi prodotti vengono forniti anche da axodiet, che però ha un catalogo meno fruibile.
Per trovare un dietologo nella tua città, puoi provare a cercare sui siti, o a contattare i responsabili.
Io faccio consulenze anche a distanza, ma per questo tipo di dieta è necessaria la visita di persona.
Marta

Caty77 ha detto... @ 01 marzo 2010 03:52

Salve,
è vero che con questa dieta va via tutta la cellulite? Un'amica l'ha letto su una rivista e volevo sapere qualcosa di più. Grazie.

Anonimo ha detto... @ 17 marzo 2010 06:14

Salve, sono Marianna, ho cominciato la dieta proteica da circa due mesi, posso garantirvi che, con estremo stupore, ho perso 9 kg... Considerando che ho il controllo del peso, dal medico, ogni 15 gg, dovrei aver perso qualcosa di piu'!
Scusate l'entusiasmo, ma la mia costituzione e' sempre stata decisamente robusta, ho fatto molte diete, ma erano inefficaci, momentanee e mi lasciavano sempre insoddisfatta e affamata.
Felicita' a parte, trovo miglioramenti sotto molteplici aspetti: meno affaticamento, meno stanchezza, pelle piu' mormida e soprattutto piu' omogenea, meno centimetri, visibili dopo circa 10 gg e l'aspetto psicologico e' decisamente piu' stimolato.
Non voglio, pero', negare che ho sempre le mentine senza zucchero in borsa, a volte, qualche emicrania e il portafoglio ridotto...
Sono convita che, come sostiene la dottoressa, bisogna assolutamente non sottovalutare l'assistenza continua del proprio medico.
In fondo, ogni persona e' differente!
Devo perdere ancora 15/20 kg, sono solo all'inizio, ma spero di poter inserire ancora un commento, dove scrivero' di aver raggiunto il mio obbiettivo......
Marianna

Michela ha detto... @ 19 marzo 2010 03:41

Ciao a tutti,
sono Michela e anch'io come Marianna sto seguendo la dieta proteica con ottimi risultati. Volevo fare però una domanda: per quanto tempo si può seguire e con quali conseguenze sull'organismo? Grazie e buon lavoro!

Marta ha detto... @ 19 marzo 2010 13:58

ciao a tutte.

in breve: si questo approccio è molto efficace contro la cellulite, addirittura lo definiscono una liposuzione dietetica.

Per quanto riguarda la durata, se ben applicata e bilanciata non ci sono controindicazioni a mantenere il regime per lunghi periodi, quindi è adatta anche a soggeti obesi. E' possibile fare delle interruzioni con periodi di dieta ipocalorica "normale" se vi viene la neusea delle "buste"!

Anonimo ha detto... @ 29 marzo 2010 04:56

gentile dottoressa, dopo centinaia di diete fatte senza risultato, o comunque, chili persi e poi subito ripresi, vorrei provare anche questa dieta, ho parecchi chili da perdere, cosa mi consiglia? dove mi posso rivolgere?

Grazie.
Morena

Anonimo ha detto... @ 17 ottobre 2010 09:15

Gentile Dottoressa, ho seguito la dieta proteica perdendo oltre 16 Kg (sono passata dalla 48/50 alle 42/44)ed ho terminato la fase di transizione. Sono stata seguita molto bene dal mio dietologo, ho solo una perplessità: inizialmente avrei dovuto dimagrire di 11 Kg, ma ne ho persi altri 5 durante la fase di transizione. Il mio dietologo non mi ha dato una spiegazione, tranne commentare negativamente l'ulteriore dimagrimento. E' normale questa situazione?

Marta ha detto... @ 27 ottobre 2010 02:37

Buongiorno
il commento negativo del suo dietologo deriva dall'indicazione di non dimagrire ulteriormente durante la transizione, in quanto un po' alla volta bisognerebbe terminare il concetto di dieta per arrivare ad una alimentazione bilanciata. Già con le prime fasi della transizione poi si interrompe la chetosi, e generalmente si arresta il dimagrimento.
A seconda del proprio metabolismo però molte persone dimagriscono ancora, anche se piu lentamente.
La cosa piu importante è stabilire le regole della nuova alimentazione bilanciata, definitiva, a seconda delle proprie risposte metaboliche. All'equilibrio finale il peso deve rimanere costante!

Anonimo ha detto... @ 08 dicembre 2010 16:49

gentile dottoresa, ho cominciato da 6 giorni la dieta proteica con le buste axodiet. sono un pò perplessa dopo aver letto i post su questo sito perchè la dietologa che mi segue mi ha fatto una serie di domande durante la visita , ma non mi ha prescritto nessuna analisi del sangue . potrebbe gentilmente specificarmi che tipo di esami del sangue fare, così mi rivolgerò al mio medico di base .mille grazie maria

Anonimo ha detto... @ 09 dicembre 2010 08:33

Gentile Dottoressa,
anzitutto le faccio i miei complimenti per la sua cortesia disponmibilita e sopratutto professionalita'.
ho 43 anni....qualche rotolino di piu' conseguente alla terza gravidanza e ho cominciato per 14 giorni una proteica senza zuccheri compresa frutta e carboidrati , mangiando a pranzo e a cena carne e raramente pesce con verdure. la mia vera passione è il vino rosso e nonostante dovessi seguire un regime furo che non ammette deroghe ho cmq moderatamente assunto alcolici . Ho verificato azotemia e creatinemia prima di cominciare senza essere seguita da nessuno perchènn conosco nessun dietologo che qua a Bari faccia la dieta chetogenica essendo una non bilanciata acc....
dopo solo un giorno ero gia' in chetosi..mal di testa ..alito pesante ma tutto sommato per 12 gg è andata bene...e ho perso quasi 4 kg passando ad una 44 sopratutto nel punto vita..Ho smesso da 13 gg passando ad una dieta libera che tuttavia prediligeva le proteine eliminando cmq carboidrati ma sopratutto dolci. in questi ultimi giorni con le feste ho mangiato di tutto essendo anche andata ad un battesimo. Pensavo di avere preso almeno mezzo kg ma niente il peso è fermo a quando ho smesso. Oggi , ho pensato di misurare i ketoni e con mia sopresa mi accorgo dia verli ancora a due (violetto). sono preccupata perchè sono ancra in chetosi? ..puo' essere che forse visto il mio abituale consumo di vino , sopratutto in un regime dietetico ristretto aumenti la chetosi?..Stamattina stavo per cominciare altri 10 gg di proteica stretta ..ma nn so che fare, ..perchè ho i cori hcetonici ancora alti? premetto che ho misurato spesso la glicemia e non ho mai superato 90. grazie

dott.ssa Marta Molinari ha detto... @ 13 dicembre 2010 09:04

Buongiorno!
Per Maria: so che molti professionisti non chiedono le analisi in soggetti in buona salute. Io preferisco visionare tutto, a scopo precauzionale, soprattutto se non ci sono a disposizione almeno analisi recenti. Al minimo glicemia, colesterolo, trigliceridi, uricemia, creatinina, sodio, potassio secondo i protocolli.

dott.ssa Marta Molinari ha detto... @ 13 dicembre 2010 09:10

Altra domanda altra risposta.
Innanzitutto la dieta chetogenica fai da te può essere pericolosa, soprattutto se basata su proteine animali. Giusta la cautela di verificare creatinina e azotemia ma i problemi possono essere anche altri.
La chetosi in alcuni soggetti parte molto presto, basta che abbia mangiato niente carbo per 2 pasti, e magari fatto un po' di attività fisica, che va già in chetosi. Quindi non è preoccupante.
Se vuole un consiglio piu specifico mi contatti via Email

Anonimo ha detto... @ 09 marzo 2011 07:29

Gentile dott.ssa buongiorno,
Le scrivo perchè ho trovato molto interessante quanto scritto in questa pagina. Io mi sono sottoposta alla dieta proteica con le buste della Axodiet e tra poco smetterò! Non sono stata seguita come mi sarebbe piaciuto ed infatti ho chiesto chiudere in fretta il rapporto con il dottore che me l'ha proposta. Quest'ultimo (la sua assistente!) mi ha inviato una linea guida di mantenimento dicendomi che potevo sospendere le buste ed iniziare con gli alimenti... Questa cosa mi lascia perplessa, dato che sono due mesi che è diverso tempo che sono in "cura" con le buste proteiche, possibile che smettere da un giorno all'altro non comporti nessun problema fisico? Vorrei precisare che assumo già un pasto "normale" al giorno (la cena), mentre il pranzo è composto da una busta proteica e verdure.

Ringrazio in anticipo per le risposte!

Saluti
Franesca

dott.ssa Marta Molinari ha detto... @ 10 marzo 2011 05:02

cara Francesca
La transizione dalla dieta proteica stretta alla dieta "normale" è a mio avviso la fase più importante e più delicata del percorso dietetico. Non perchè causi problemi alla salute, ma perchè è il momento chiave per NON recuperare i chili persi.
Le consiglio di farsi seguire comunque, se possibile, magari da un altro professionista.
Durante la transizione ai cibi "normali" si interrompe la chetosi, quindi avrà di nuovo piu fame. Nulla di strano, nel caso consumi una barretta in piu. Sia attenta a reintrodurre molto gradualmente i carboidrati.
Spero di essere stata di aiuto
cordiali saluti
Marta

Anonimo ha detto... @ 07 settembre 2011 12:20

ciao io ho perso 11kg con la dieta dukcan pero dopo 3 mesi sto riprenderi ikg persi ho deciso di fare la dieta protica speriamo bene devo perdere almeno 5 kg grazie

Laura ha detto... @ 22 settembre 2011 03:53

Io ne ho persi 8 in 4 mesi e sto benissimo :-D

Laura

Patty ha detto... @ 06 ottobre 2011 05:34

Salve, io ho iniziato la dieta Dukan e sono pasati soltanto 3 giorni e mi sento davvero molto molto male: bocca amara come il fiele, mal di testa fisso, nausea e stanchezza, devo dire che io ho i calcoli alla cistifellea, el il colesterolo familiare a circa 250. forse non e' adatta a me questa dieta? Faccio presente che ho 48 anni , a dieta dall'eta' di 13 anni con varie diete piu' o meno altalenanti e mai grossi risultati anche stando molto ligia alla dieta (max 5 chili) e sono in soprappesi di almeno 15 chili, vorrei un aito se possibile, sono disperata!!!

dott.ssa Marta Molinari ha detto... @ 07 ottobre 2011 04:30

attenzione la dieta dukan non è come la dieta proteica!
Come gia scritto prima, una dieta che si basi tanto su proteine animali può creare problemi, la chetosi non è moderata ma estrema,con tutte le conseguenze negative per il fisico!
Insisto ancora una volta, il fai-da-te può essere pericoloso oltre che inutile! Fatevi seguire da un professionista serio!

Anonimo ha detto... @ 11 gennaio 2012 09:47

Gentile dottoressa,
ho letto con interesse i suoi commenti in merito alla diete iperproteica. Desidero sapere se anche facendola per sole due settimane si possono manifestare gli effetti collaterali da lei menzionati (problemi ai reni, ecc).
La ringrazio per la sua risposta.
Manuela

Anonimo ha detto... @ 28 gennaio 2012 11:43

Gentile dottoressa
come vanno reintrodotti gli alimenti nella fase di transizione e quali accortezze avere per mantenere il peso raggiunto? E' necessario ripetere le analisi al termine della dieta? Grazie. Cordiali saluti. Flavia

dott.ssa Marta Molinari ha detto... @ 31 gennaio 2012 05:12

Dieta proteica = regime alimentare utile alla perdita di peso che va seguito sotto la guida (e la responsabilità) di un professionista.
Il fai da te è sconsigliato e potenzialmente pericoloso, dipende moltissimo ovviamente dalle condizioni di salute di ognuno. Che vanno - appunto- valutate dal professionista scelto!
Spero questo sia utile risposta agli ultimi 2 commenti :-)

Anonimo ha detto... @ 05 febbraio 2012 14:28

Gentile dottoressa,e della paleo-dieta che ne pensa?quella del libro di Robb Wolf o Loren Cordain. E' una chetogenica?mi sembra che sia presa un po' sotto gamba come conseguenze per la salute ma gradirei sentire un suo parere!

Grazie

Clelia

Anonimo ha detto... @ 20 settembre 2012 12:03

Gentile Dottoressa,
Ho iniziato oggi il regime sdm, seguita da un medico. Ma stasera ho qualche dubbio.
Abituata a regimi dietetici "tradizionali" sono un po' preoccupata di ridurre troppo il mio metabolismo con una dieta così restrittiva in termini di calorie.
La lettura delle sue risposte mi hanno rassicurata....per ora ;-)
Le chiedo una cortesia: quali mentine senza zucchero posso utilizzare?
Dietor, il dolcificante piu diffuso nei bar, si può utilizzare?
GRAZIE
AR

Anonimo ha detto... @ 30 settembre 2012 06:38

Gentile dott.sa ho iniziato dA 4 giorni la dieta Sdm è normale che mi fa male la pancia come se fosse vuota e ho leggeri giramenti di testa. Tutti parlano. Dei risultati ma nessuno di quanto manchi il cibo normale.... Se durante i primi 15 gg sentO il bisogno es di una sogliolA bollita la chetosi rallenta o si ferma?

Anonimo ha detto... @ 15 febbraio 2013 14:20

Buonasera dottoressa,ho cominciato da 2 sett la dieta con i prodotti sdm ma ho qualche perplessitá:.il medico mi aveva detto che avrei perso circa 4 kg in 2 sett e invece ne ho persi solo 2,5 kg!!!!! A cosa puóbessere dovuto?nn faccio attivitá fisica(ma il medico era al corrente).
In piû ogni tanto mi dimentico di prendere qualche integratore,che conseguenze posso avere?
La ringrazio davvero tanto!

Anonimo ha detto... @ 26 aprile 2013 12:48

Buonasera mi sa consigliare un dott che segua a milano in qsto tipo di dieta?

Anonimo ha detto... @ 25 maggio 2013 07:30

buongiorno

anch'io vorrei il contatto di un dottore che segua qsta dieta su mailano
grazie

Anonimo ha detto... @ 29 maggio 2013 03:16

IN realtà la dieta chetogenica è ben diversa dall iperproteica. LA chetogenica si basa solo su proteine e grassi buoni e i carboidrati devono stare a 0 , quindi eliminarli non ridurli. Per grassi buoni si intende solo olio e grassi presenti nella carne. Per i primi 15 giorni la quota di grassi deve essere superiore a quella proteica per adattarsi a usare i grassi come energia , dopo(secondo me) e meglio abbararli. LA cosa piu importante è stare a 0 carbo. DIETa iperproteica solo proteine ,va bene per perdere kg ma non so quanti kg effettivi di grasso si perdono con l iperpro
teica, ma la regola è sempre quella 0 carbo.

Posta un commento