26/02/10

Le scarpe con il tacco alto hanno un grande potere seduttivo; sono sexy, slanciano e rendono molto femminile il nostro incedere. Alzi la mano chi non ha mai "sbavato" davanti a un paio di Manolo Blahnik? Be' sbavato forse no, ma svenute sì, visti i prezzi. E allora a noi. Se siete dotate di gambe piuttosto "in carne", con caviglia forte e polpaccio da terzino, ci sono alcune regole che dovete tener presente prima lanciarvi nello shopping.
La regola è semplice: gambe forti tacco forte (cioè largo), gambe sottili tacco sottile. In questo modo le proporzioni fra tacco e gamba si compenseranno mimetizzando gli eccessi. Per quanto riguarda l'altezza invece, il tacco minimo è 5 cm. - ebbene sì, spiacente per le amanti del "rasoterra" ma la salute della schiena richiede un tacco minimo fisiologico - mentre il massimo è 7-8 per il giorno e 9-10 per la sera. E i tacchi 12 o 15? Lasciamoli agli stilisti in cerca di sensazionalismo da passerella e agli equilibristi. Le donne d'oggi corrono e sui trampoli si corre il rischio di cadere! Ma vediamo che tipo di calzature valorizzano al meglio le gambe delle "Belle oltre la 46!".

Le francesine sono scarpe sportive stringate, tipicamente maschili. Si presentano accollate e con la mascherina che si allaccia sul collo del piede. Proprio grazie a questa forma sono molto stabili per la camminata e perfette per la stagione invernale, ma non sono adatte alle gambe robuste. Richiedono infatti caviglie sottili e gambe slanciate, soprattutto se abbinate alla gonna. Meglio allora indossarle sotto i pantaloni e se volete slanciare ulteriormente le gambe sceglietele dello stesso colore del pantalone che usate di più.

Le decolleté stanno bene a tutte le gambe purché abbiano la punta affusolata (senza esagerazioni), siano prive di lacci, cinturini a T sulla caviglia o sul collo del piede. Sì, perché le punte tonde, così come tutto ciò che "spezza" in modo orizzontale il piede, tende ad "allargare". Quindi, se cinturino sia meglio un modello incrociato, simil scarpa da ballo. Inoltre, un piccolo plateaux sotto la suola, di 1 cm., sarà strategico per far sembrare la gamba ancora più snella!


Per rafforzare l'effetto snellente, ricordate anche che la calza color nudo è riservata alle gambe senza difetti, lunghe e slanciate. Per tutte le altre, meglio seguire la regola "scarpa e calza dello stesso colore". Comunque, in caso di dubbio ricordate che:

  • scarpa nera, calza: nero, antracite, fumo di Londra
  • scarpa blu, calza: antracite, fumo di Londra
  • scarpa marrone, calza: marrone (in tutte le nuances), fumo di Londra
  • scarpa coloniale, calza: neutra (possibilmente contenitiva, per limitare i danni)
  • scarpa bicolore bianco-nero, calza: nero 15 den.
  • scarpa bicolore neutra (come nella foto), calza caramello chiaro 15 den.

Dimenticatevi le calze bianche in estate che fanno tanto "signora tedesca vecchio stile", i pizzi e i ricami; lasciate perdere i dettami della moda che spingono verso abbinamenti azzardati, tipo scarpe chiare e calza nera (un obbrobrio!) e tutti i colori appariscenti o fluo, riservati alle gambe affusolate delle ragazzine. E ancora, prendete appunti: con le scarpe sportive, in pelle o in camoscio, sì alle calze coprenti tipo filanca o microfibra, perché la regola dice: "maggiore è lo spessore del pellame maggiore sarà lo spessore del filato" e viceversa. Spero d'avervi detto tutto, ma nel caso abbiate dei dubbi chiedete pure.



di Gin Castelli

7 commenti

Anna ha detto... @ 27 febbraio 2010 00:20

Interessante... grazie, ho preso appunti :-DD

Ivy ha detto... @ 1 marzo 2010 02:32

Ciao Gin. Io preferisco le scarpe basse perche' sono una frana a camminare sui tacchi... ho provato diverse volte anche con 5cm ma proprio non ci riesco, sono una frana!! hai qualche consiglio per me? Grazie. Ivy

GinCastelli ha detto... @ 1 marzo 2010 03:43

Ciao Ivy,
ti consiglio di iniziare gradualmente indossando scarpe con tacco 3/4 cm ma che sia largo. A volte è solo un problema di allenamento e di equilibrio. Se indossi scarpe con quel tacco ogni giorno, a poco a poco la caviglia si abituerà e non avrai problemi a salire di un centimetro o due. Fammi sapere :-))

GinCastelli ha detto... @ 1 marzo 2010 03:43

@Anna
Prego. ^__^

Ely ha detto... @ 6 marzo 2010 07:28

Porto i tacchi tutti i giorni ma non più alti di 7 o 8 centimetri. Fa bene o fa male indossarli così tanto? Grazie, Ely

GinCastelli ha detto... @ 8 marzo 2010 07:36

@Ely
Il consiglio che ti posso dare è di alternare le scarpe e l'altezza del tacco durante il giorno, soprattutto se stai fuori casa tante ore. Primo perché il piede ha bisogno di respirare, secondo perché i muscoli del polpaccio hanno bisogno di riposo.

asdwaf ha detto... @ 25 ottobre 2011 20:55
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento