02/03/10

Ho promesso a me stessa che dovevo fare qualcosa per portare anche un piccolo cambiamento in questo mondo pieno di superficialità”. Per Silvia Quarto partecipare da protagonista al reality “Ciccia è bella” di Italia 1 è stato qualcosa di più di una semplice tuffo nello scintillante cosmo della televisione: la
trentacinquenne milanese ha vissuto questa esperienza come una sorta di rinnovamento interiore che le ha donato un nuovo stimolo per accettare se stessa. Una spinta positiva che ha deciso di trasmettere a tutti coloro, donne soprattutto, ma anche uomini, che ancora lottano contro il proprio corpo e il proprio aspetto fisico.

Perché hai deciso di partecipare alla trasmissione?
«Veramente io non sapevo dell’esistenza del programma, mi hanno contattato “loro” dicendomi che mi avevano notato per caso nel supermercato dove lavoro. Ho accettato perché volevo sfidare me stessa, volevo dimostrare che sarei riuscita a superare la mia paura più grande, vedere il mio corpo..."nudo"; e dopo tante insicurezze, paure e anche vergogna... ce l'ho fatta!»

Come ha reagito la tua famiglia quando hai comunicato questa decisione?
«Mio padre e mia sorella (purtroppo la mia adorata mamma non c'è più) in un primo momento si sono messi a ridere... non ci credevano! Ma nonostante un po’ di insicurezza erano molto contenti per me. “Vedrete che riuscirò a trasmettere qualcosa di bello” ho detto loro, e così è stato.»

Raccontaci il tuo primo impatto con il mondo della televisione.
«Ero molto imbarazzata... per me si trattava di un mondo totalmente estraneo, sconosciuto eppure affascinante. Mentre giravamo la trasmissione, provavo un’emozione continua.... L'impatto più forte è stato quando dovevo girare in mutande e reggiseno: mi sentivo morire! Stavo male, mi vergognavo, sudavo e mi veniva sempre da piangere”.»

Come hai superato questi momenti difficili?
«Quando giravamo le scene di "nudo" venivano fatte uscire dallo studio tutte le persone che non servivano, per farci sentire più a nostro agio. Invece quando giravo le scene vestita riuscivo persino a divertirmi.»

Ti sei mai sentita “usata” per fare spettacolo?
«Quando hanno messo la mia foto formato gigante in piazza Duomo a Milano, senza volto.... lì forse mi sono sentita “usata”. In realtà non capivo il bisogno di farci mettere nude: quando l’ho chiesto mi è stato risposto che l’impatto sarebbe stato più forte. Ma quando ho replicato che era strano far vedere i difetti delle donne “robuste” quando lo scopo era dimostrare che anche loro sono belle... beh, a questo non hanno mai risposto.»

Com’era il clima dietro le quinte?
«Molto particolare: a volte nervoso, a volte divertente...ci siamo fatte un sacco di risate! La produzione, gli autori, la regista, tutti sono stati meravigliosi con me... per non parlare di Rossella Brescia! E’ una persona fantastica, la terrò sempre nel mio cuore.»


Parlaci di lei.
«Una donna gentile, umile, cordiale, sincera: chiacchieravamo come se ci conoscessimo da anni. Mi incoraggiava e mi riempiva di complimenti anche lontano dalle telecamere; non si è mai messa in competizione, anzi, ha lasciato noi ragazze in prima fila. Ci tengo a raccontarti un episodio. Quando abbiamo girato l'esterna in piazza Duomo, una famiglia ha chiesto di poter fare una foto assieme a Rossella. Io mi sono allontanata, ma lei mi ha fermato e mi ha detto: “Sei tu la protagonista!... Sei con me e devi stare con me a fare la foto”. E’ stato un momento bellissimo.»

Rifaresti questa esperienza?
«Sicuramente! Mi sono dovuta ricredere nelle persone. Ho ricevuto valanghe di complimenti, mail, fiori, inviti da uomini che mi dicono che sono bellissima! Le persone per strada mi riconoscono ancora e mi fanno i complimenti. In parte ora vedo le cose in maniera più positiva. E poi ho conosciuto tante persone meravigliose, e fatto un esperienza molto importante che ha arricchito la mia vita.»

Perché a tuo parere questa trasmissione non è stata premiata dagli ascolti?
«Secondo me intanto è andata in onda in un periodo sbagliato, sotto Natale. Poi credo che sarebbe stato meglio non ripetere per tutte e tre le storie la stessa formula: alla fine, tutto è diventato troppo veloce e ripetitivo. Eppure molte donne mi hanno detto che vedendomi gli è venuta ancora la voglia di guardarsi allo specchio e di curarsi.»

Cosa vorresti dire a chi soffre ancora il problema del suo peso e del suo aspetto fisico?
«Vorrei che le persone capissero quanta sofferenza c'è dietro a persone in sovrappeso.... quanto dolore si nasconde nelle donne e anche negli uomini che non si accettano, che non si piacciono. Basta con questa finta bellezza! Anche noi siamo donne, diversamente belle ma comunque belle!»

di Patrizia Rossetti

10 commenti

Anonimo ha detto... @ 2 marzo 2010 08:36

Non ho visto il programma ma da come ne parlate sembra interessante! Quando va in onda? Mikky

Anonimo ha detto... @ 2 marzo 2010 08:47

Silvia è una persona bellissima, intelligente, modesta ma soprattutto vera. Grazie a questa trasmissione ho avuto il privilegio di conoscerla e posso testimoniarlo.
Quante persone belle come lei si sottovalutano tutti i giorni per via del loro peso o del loro aspetto? La bellezza è anche e soprattutto dell'anima.
Complimenti, Silvia! E che la tua esperienza sia un esempio positivo.
Silvio

Alex ha detto... @ 2 marzo 2010 14:13

WOW che bella donna! Cara Silvia sei stupenda, il tuo viso sprigiona tanta dolcezza. Posso sapere se sei single?
Alex

Silvia ha detto... @ 2 marzo 2010 14:47

Ciao Mikky...
mi dispiace è gia andato in onda il 22 dicembre su Italia 1!....
cmq...grazie!
Silvia...

Silvia ha detto... @ 2 marzo 2010 14:48

Silvio...
grazie di cuore!

Silvia ha detto... @ 2 marzo 2010 14:49

Ciao Alex...
grazie!....:)

mmmm....si...sono single!;)

Anonimo ha detto... @ 3 marzo 2010 06:42

io dico che mi sento molto simile a silvia.. la tristezza che ci accomuna e tanta... ma la voglia di vivere, la simpatia, la solarità che ci caratterizza, è infinita!!!!!!!!!!!!!!!!!! :D:D:D
silvia, ti voglio bene.... siamo bellissime, cosi' come siamo!!! e questa è la sola verità!!! un bacione Elena!!!!

Anonimo ha detto... @ 3 marzo 2010 11:25

Cara la mia amica Silvia che dire...
io ho il privilegio di conoscerti da anni quindi posso confermare che sei una persona fantastica, bella dentro e fuori e sono ORGOGLIOSA di essere tua amica.Linda

Emanuela ha detto... @ 4 marzo 2010 07:46

Tesoro credo che il percorso verso di te sia cominciato e spero che continui in modo sempre più vero. Solo amando noi stessi possiamo conoscere la felicità.

Anonimo ha detto... @ 15 giugno 2010 05:27

Ho visto il programma... mi e piaciuto tantissimo cosa pensi di fundare un Club per noi Donne Belle e Ciccia x conoscerci e condividere esperienze?

Posta un commento