21/10/10

La famiglia si allarga; Laura Preti, la creatrice del nostro logo fumetto - la pupa morbidosa - è in dolce attesa. La nascita del maranzino (ebbene sì, è un maschietto) è prevista a breve. Quale miglior occasione per fare quattro chiacchiere su gravidanza e trasformazione del corpo femminile? Del resto, ora anche lei è entrata ufficialmente a far parte del club delle "belle oltre la 46".

Come hai vissuto il cambio taglia?
I vestiti premaman riportano la taglia di partenza e quella d'arrivo, più o meno: io partivo da una 44, ora sono 48/50, almeno da quello che dice la mia preziosissima salopette Prenatal, però c'è da dire che mi sta larga. Sono partita da 63 kg, ma ero al minimo storico perchè era un periodo di grande stanchezza e di fatica - reduce dal trasloco - ora sono a 75. Tutti dicono che sono solo pancia e che non ho preso praticamente nulla, ma credo lo dicano per farmi piacere. I primi mesi di gravidanza sono funestati da nausee, insonnia, stitichezza e chi più ne ha più ne metta. Le coraggiose pulzelle, panze munite, vivono i primi mesi attorcigliate alla tazza del cesso, perdono chili in continuazione e tendono a un colorito verde-giallognolo: tutti sintomi che sottolineano la loro condizione di donne gravide e coraggiose. Il mondo le guarda con ammirazione, i mariti si trasformano in tenere badanti e tutto corrisponde perfettamente all'idea che l'uomo comune ha della gravidanza. Ovviamente a me non è successo nulla di tutto ciò. Nausee? Niente. Perdita di appetito? Ma de che? Insonnia? Narcolessia, semmai. Perdita di peso? Ah ah ah ah. La gente invece di guardarmi con fare preoccupato e sistemarmi con delicatezza il cuscino dietro la testa, non fa altro che chiedermi:" Ma ti sei ingrassata?" "Ma quanto mangi?" "Hei, sta attenta che se mangi troppo poi diventi cicciona e i chili non se ne vanno più". Guardandomi nelle foto effettivamente il viso è più pieno, i medici dicono che ho preso un po' troppo, all'inizio ci sono rimasta male perchè oggettivamente non è che mangiassi moltissimo, quanto meno non di più di quando non ero incinta: niente dolci, niente schifezze, ecc. Sicuramente c'è molta ritenzione idrica, infatti ho visto che bevendo molto i chili si perdono, in gravidanza si tengono i liquidi in una maniera spaventosa. Ora come ora, visto che tanto mi dicono che sono cicciona, mi sparo qualche dolcino in più, tanto ho solo ancora 20 giorni per godere.

Tutto regolare, quindi?
Diciamo che questi mesi sono passati piuttosto serenamente, a parte gli attacchi narcolettici alle 8 di sera e il conseguente azzeramento di una qualsiasi parvenza di vita al di fuori del divano/letto.

Durante il cambio di taglia, c'è stato un capo d'abbigliamento con il quale sei entrata in conflitto per scarsa comodità o perché poco elegante?
Diciamo che durante la gravidanza l'eleganza non è esattamente il primo pensiero - a meno che non si debba partecipare a un matrimonio come è successo a me: per l'occasione ho utilizzato un vestito, non premaman, di Gerard Darel, sblusato e molto comodo, in seta nera - ma la cosa fondamentale è stare comode. Personalmente ho incontrato difficoltà con i pantaloni: ci sono quelli con l'elastico interno che puoi "tirare" a seconda della taglia, o quelli con l'elasticone sopra che ti avvolge la pancia. In tutti e due i casi è una tortura: cadono, scendono, stringono. Molto meglio i vestitini o i pantaloni tipo panta jazz, morbidi ed elastici. Ne ho comprati un paio da Decathlon a suo tempo e li ho utilizzati per tutta la gravidanza.

E come la mettiamo con l'aspetto fisico?
Mi avevano detto che la gravidanza ti fa sentire bella, meravigliosa, stupenda, strafiga. Diciamo che questa cosa funziona finché non sali sulla bilancia e vedi numeri che MAI nella tua vita avresti voluto vedere. La sensazione delle tette che si appoggiano sulla pancia quando sei seduta non è affatto piacevole... E le gambe? Ho sempre pensato di avere le gambe troppo grosse: illusa; si può sempre peggiorare. La gravidanza peggiora la tua attitudine a lamentarti, mi pare evidente. Di contro, ho un marito che mi ripete ogni secondo che sono bellissima, meravigliosa, stupenda. Sembra pure sincero. E questo mi fa pensare che la situazione deve essere davvero tragica. Altre leggende metropolitane (o "della metropolitana" come dice mia madre) sulla gravidanza sono che a un certo punto la pelle diventa bellissima, i capelli sono come quelli delle pubblicità Pantene e tu ti senti una strafiga. Mentre io sono una donna gravida che tende alla sfericità, con la pelle meno che mai luminosa e i capelli elettrici. Non indosso impalpabili vestitini premaman di chiffon e non sto allestendo la cameretta di mio figlio con stickers a forma di Winnie the Pooh. Effettivamente, non ho nemmeno una cameretta da allestire: l'obiettivo è sfruttare anni e anni di gioco a tetris per ficcare tutto nella nostra mini casa ed evitare di far dormire il nostro (speriamo mini) figlio nello sgabuzzino sotto tetto. Figlio mio, abbi pazienza, la mamma e il papà ti vogliono bene, nonostante tutto. Il 22 abbiamo l'ultima visita, questo vuol dire che il maranzino sarà ancora misurato, controllato e verificato in ogni sua parte. Non nego che sono un po' in apprensione, ma al tempo stesso non vedo l'ora di vederlo. Mi farò bella quel giorno, mi sistemerò bene i capelli e mi metterò un vestitino a fiori, un velo di trucco e via, pronta per l'appuntamento con il piccolo amore della mia vita.

Qualche consiglio da dare alle future mamme per vivere serenamente la gravidanza?
Non dare ascolto agli altri: tutti hanno buoni consigli da dare, tutti sono pronti a sindacare su tutto, soprattutto sul peso. La prima cosa che chiedono quando sei incinta è: "Ma quanto hai preso?!" e a seconda di quello che rispondi - ho preso poco, ho preso tanto - ti romperanno comunque le palle. Sei troppo magra, guarda che devi mangiare, sei troppo grassa, guarda che poi quei chili non te li scrolli più... Per cui l'unica cosa è MENTIRE e dare sempre la risposta giusta. Ormai dico sempre che sono ingrassata 10 chili (che è il peso "giusto"), così la gente non rompe. E non angosciarsi per i chili in più. La gravidanza è un mondo a sè, si ritengono più liquidi, si è stitiche, ci può essere un diabeste gestazionale... insomma, i chili che vediamo non sono paragonabili a quelli che prendiamo quando non siamo incinte. Sicuramente è vero che non bisogna mangiare due volte di più, ma mangiare due volte meglio. E se qualche volta scappa il dolce o l'extra, goderselo senza sensi di colpa, tanto ci penseranno l'allattamento e lo stress post parto a farci perdere peso. E se così non fosse, calma e sangue freddo, in genere nel giro di un anno si ritorna al peso iniziale. Baci a tutti!


Giovedì 18 novembre, alle 21:30 è nato Edo, 3470gr. per la gioia di mamma Laura e papà Marco. Ad accoglierlo, emozionati, in rete e su Facebook tante zie e zietti virtuali. Congratulazioni ai neo genitori da tutto lo staff di Belle Oltre La 46! e un forte abbraccio a questa mamma eccezionale!

7 commenti

Anonimo ha detto... @ 21 ottobre 2010 04:43

cavolo!!!! Auguri!!!!! LAura sono strafelice per te....
Preparati a questa splendida avventura... sì... perchè è proprio un'avventura!!!!
Dalla mia esperienza dico solo che... in entrambi i casi.... li ho guardati e ho detto: indubbiamente si può rifare! Un bacio! Romi

laurap ha detto... @ 21 ottobre 2010 04:58

grazie romi, troppo carina :-)

Anonimo ha detto... @ 21 ottobre 2010 06:46

Complimenti alla futura mamma, è splendida :-DD
Sabrina

Anonimo ha detto... @ 21 ottobre 2010 07:22

Durante la gravidanza bisognerebbe evitare, o in ogni caso diminuire al minimo, l'assunzione di cibi come snack, patatine e merendine, il cosiddetto cibo spazzatura. Secondo uno studio condotto dalla ricercatrice Stephanie Bayol e dal ricercatore Neil Stickland del Royal Veterinary College di Londra, mangiare al fast food, ma più in generare tutto il cibo spazzatura, può causare nel futuro nascituro dei danni a lungo termine. I dettagli dello studio sono stati pubblicati sul Journal of Physiology (Giugno 2008).
Luca Paris

Oriana ha detto... @ 21 ottobre 2010 07:26

Ciao Laura,
vogliamo parlare di quegli orribili reggiseni per future mamme chiamati anche scafandri... possibile non ci sia niente di femminile ingiro??? help!!! sono una mamma al 5 mese di gravidanza e non riesco a trovare un reggitette decente. Oriana

Anonimo ha detto... @ 21 ottobre 2010 09:57

@sabrina:grazie mille!bisogna dire che /in ha. Fatto un'accurata selezione delle immagini :D @luca:mai mangiato cibo spazzatura,mi piace il buon cibo non le schifezze :) quanto ai danni al nascituro...pare brutto se mi do' una grattatina?cosi' per scaramanzia! @oriana:e non hai ancora visto la PANCERA reggi panza,necessaria per sopravvivere alle passeggiate dal settimo mese.quando la comprerai,capirai che tante cose nella tua vita sono irremidiabilmente FINITE :D

Carla ha detto... @ 21 ottobre 2010 10:14

@Oriana: che taglia hai? perchè cmq fino alla sesta mi pare che qualcosa si trovi da tezenis, o intimissimi, ecc...
il peggio saranno i reggiseni da allattamento!!
@Anonimo: dai per scontato che si ingrassi perchè si mangia cibo spazzatura? Hai sicuramente ragione sul fatto che vadano evitati, ma assicuro che Laura non ha mangiato niente di tutto ciò :)

Posta un commento