12/11/10

Da quasi vent’anni ottobre è diventato il mese-simbolo della lotta contro il tumore al seno: ma il cancro, purtroppo, lavora instancabile 365 giorni l’anno. Per questo “Belle oltre la 46” ha deciso di trasformare in una sua battaglia permanente l’annuale campagna “Nastro Rosa”, ideata nel 1989 dalla statunitense Evelyn Lauder e ripresa in Italia dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. Dalla nostra homepage un banner fisso
ricorderà in ogni momento a tutte le le donne che la salute, come la serenità e la bellezza, si conquista giorno per giorno con la consapevolezza, il rispetto e l’amore per se stesse. Il messaggio della campagna “Nastro Rosa” è semplice ma nello stesso tempo di grande impatto: tutte le donne hanno a disposizione l’arma più efficace per combattere e vincere il tumore al seno. E quest’arma si chiama prevenzione. Un gesto semplicissimo come l’auto palpazione del seno, una visita senologica e un controllo strumentale periodico della mammella, insieme ad uno stile di vita sano, possono tenere a debita distanza da tutte noi lo spettro del cancro. Nel mondo occidentale quello al seno resta il primo tumore femminile per incidenza; in Italia si calcola che alla fine del 2010 si conteranno 42.000 nuovi casi.

Fortunatamente però negli ultimi anni le cifre della mortalità sono drasticamente calate, oltre che per i nuovi metodi di cura, anche per i metodi diagnostici più raffinati e per la sempre più diffusa prevenzione. Ogni donna può affrontare questo argomento con il proprio ginecologo o con il medico di famiglia; ma per saperne di più la Lilt mette a disposizione il suo numero verde SOS LILT 800-998877, oltre ai siti internet www.nastrorosa.it e www.lilt.it. Nel corso della prima campagna di Evelyn Lauder, avviata nel 1989 e poi denominata “Pink Ribbon” (ovvero “Nastro Rosa”) nel 1992, vennero raccolti ben 17 milioni di dollari, che permisero di attrezzare per la cura del tumore al seno un intero piano del “Memorial Sloan-Kettering Cancer” di New York. Negli anni successivi l’impegno venne rinnovato con la collaborazione della Estée Lauder e di numerose riviste femminili; ancora oggi continua con numerose iniziative, che raccolgono fondi preziosi per la ricerca e la prevenzione.

di Patrizia Rossetti

1 commenti

Anonimo ha detto... @ 16 novembre 2010 02:41

Complimenti allo staff: lodevole!
Erica

Posta un commento