31/03/11

Metti una sera a cena, davanti a una tavola imbandita e a un buon bicchier di vino. Metti che fra una chiacchiera e l'altra Patrizia ed io guardando la tv ci fermiamo a commentare il nuovo reality show di Sky: Lady Burlesque. L'idea di buttar giù un articolo a quattro mani è forte. Anche perché emerge immediatamente un differente punto di vista. A favore o contro?

Per me, contro. Perché è l'ennesimo pretesto per mettersi in mostra, esibirsi. In tv, ovviamente. E perché non ha niente a che vedere né con le curve abbondanti, né con la ritrovata femminilità. È spettacolo, punto e basta. Divertente, ironico, per niente volgare, ma sempre spettacolo. Sta di fatto che la maggior parte delle partecipanti al programma sono - guarda un po' - attrici o aspiranti attrici, dotate di forte senso di esibizionismo, intelligenza e ironia (quanto basta per sfruttare il momento a proprio favore) e un fisico mozzafiato r-i-g-o-r-o-s-a-m-e-n-t-e taglia 42. Come vuole la tradizione televisiva. Appunto. Altro che belle oltre la 46! In parole povere: sono favorevole se il burlesque viene praticato fra le mura domestiche per riattivare il menage familiare un po' sopito dalla quotidianità. Contraria se viene venduto come un mezzo per aumentare l'autostima e far sentire le donne più sicure e femminili. Fenomeno che sta già imperversando nelle maggiori città italiane. Un bel business! Infatti, basta fare una semplice ricerca su Google ed ecco un fiorire di scuole e corsi per "imparare il burlesque". Ma andiamo, chi stiamo prendendo in giro? La candidata ideale al burlesque ha un carattere forte e competitivo: sa chi è e cosa vuole. Ama il suo corpo e non teme confronti, tanto da spogliarsi con sapiente ironia e leggerezza. Si muove con grazia e l'eleganza tipica di chi è sicura di se. Vi sembra una donna che ha bisogno di fare un corso di burlesque? Affatto. Allora qual è la donna che si iscrive a questi corsi? L'insicura. Quella che ha l'autostima nei calzini. Quella del vorrei ma non posso. Quella che crede basti un corso per imparare a volersi bene, a stimarsi, a piacersi. Eh, magari.

L'altro giorno, in classe, durante una delle lezioni di portamento che tengo a Udine (dove le donne imparano a camminare con classe ed eleganza), un'allieva ha buttato là con fare ammiccante: Gin, perché non ci insegni un po' di burlesque? L'ho guardata torva facendole gli occhiacci... (ho il vizio di strapazzare a fin di bene le mie "ragazze" e loro lo sanno) Burlesque? Voi? Ma se non siete neanche capaci di guardarvi allo specchio, mentre camminate, perché vi trovate mille difetti fisici (che, fra l'altro, sono solo nella vostra testa). Figuriamoci se foste invitate a vestirvi con provocante lingerie e a muovervi come gattine?!? Già, perché la verità è questa. Le donne hanno perso gran parte della loro femminilità, travolte dai problemi di tutti i giorni e dalla voglia di essere considerate "alla pari" degli uomini. E così si vestono come gli uomini, camminano come gli uomini e si atteggiano come gli uomini. Con pessimi risultati. Salvo poi cercare di recuperare iscrivendosi ad ogni corso possibile: portamento, galateo, danza del ventre, salsa, tango. Ma l'autostima non si compra un tot al chilo al supermercato. Costa sudore, fatica. Nel mettersi in gioco, nel fare esperienza. Nel cadere e nel rialzarsi. Perché senza conoscenza e consapevolezza di se non c'è autostima. E dove non c'è autostima non c'è seduzione. Questo vale anche per tutti quei corsi spilla-soldi che dovrebbero insegnare alle donne la seduzione. Seduzione un piffero! La seduzione è qualcosa che hai dentro e non si inventa né si costruisce. O c'è o non c'è. Sì, lo so ci vado giù pesante oggi. Ma sono fatta così, sono schietta e dico quello che c'è da dire, senza mezzi termini. Anche a costo di scatenare le ire altrui. Vivete, uscite dal guscio e vivete. Amate la vita con tutte voi stesse e vederete che non c'è bisogno né di burlesque né di un corso per diventare donne migliori.





di Gin Castelli

1 commenti

Anonimo ha detto... @ 1 aprile 2011 02:49

Ho visto la prima puntata del reality e sono d'accordo con te. È l'ennesima trovata per fare soldi.
Milena

Posta un commento