16/09/12


"Forse non pubblicherete mai questa mail, ma sappiate cmq che vi voglio bene e vi stimo per ciò che fate. Grazie!" Termina così la lunghissima email di una lettrice che si firma "una brutta obesa oltre la 46". Un grido d'aiuto, una testimonianza la sua, di sofferenza e mal di vivere, che ho pensato di condividere con voi (omettendo, per la privacy, alcune parti che potrebbero farla riconoscere ai contatti di Facebook) affinché ognuno possa darle una mano, confortarla, raccontarle il suo percorso, per esortarla ad andare avanti. Potete risponderle qui direttamente in calce a questo post, nei commenti.

"Vi leggo praticamente da quando avete scritto le prime righe sul web e sono anche una fan del vostro gruppo e della pagina Facebook. Prima mi sentivo parte di questa grande famiglia di donne in carne, ma adesso mi dispiace... non ci credo più. Non credo sia possibile volersi bene in un corpo così grasso a oltranza, che non ti rappresenta, che ti mostra diversa da ciò che sei e che senti. Sono nuda di fronte al giudizio degli altri, davanti al loro biasimo... Sto annegando nel grasso, sono sommersa dalla cellulite, non ho più curve, solo carne flaccida che mi ricopre! La 42 è un debole ricordo... la 46?? ho lasciato stare, non ci penso più perché pensarci fa tanto male, troppo male. (...) Ho letto un articolo di Marta dove scriveva che la bilancia è una bugiarda, che è bene non fissarsi sui chili, ma i miei 100kg x 170 cm pesano come una montagna. Quando faccio le scale ho il cuore che batte all'impazzata, sembra di portarsi dietro uno zaino (...) La prima dieta l'ho iniziata a 20 anni, mi piaceva il mondo della moda e spesso partecipavo a sfilate nella mia regione. Su suggerimento di un'amica che voleva aiutarmi (bell'amica) ho fatto una visita dal dietologo dell'ospedale della mia città è lì c'è stato il primo crollo: dovevo dimagrire perché ero in sovrappeso di 6 chili. Una tragedia per soli 6 stramaledetti chili superflui??? Niente se penso a quelli che dovrei perdere adesso!! Non sono mai stata una che mangia tanto o che mangia schifezze, ma la dieta fu cmq traumatica, avevo sempre fame e mi sentivo fiacca e debole anche per andare in palestra. Allora il medico mi diede un aiutino (una pastiglia, veleno!) per togliere il senso di fame e in 30 giorni persi tutti i chili di troppo. Ero felice, cioè credevo di essere felice, di aver ottenuto quello che volevo (...) Ma l'anno dopo li avevo ripresi tutti e in più altri 5. Così arrivavo a 11 chili di sovrappeso. Ok, non voglio farla troppo lunga ma posso riassumere che da quel momento è iniziato il vero periodo di yoyo, come si legge sulle riviste femminili: su e giù dalla bilancia! tanti chili perdevo e tanti ne guadagnavo con in più gli interessi maturati. A distanza di 10 anni ero cambiata, il mio corpo non era più lo stesso, la vita era complicata, ma ho provato cmq ad accettarmi e a volermi bene. Nel frattempo mi sono innamorata e mi sono sposata ma il matrimonio non è andato bene. Forse è stata solo causa mia... o forse causa di entrambi, ad ogni modo è finita.


(...) Adesso, a 36 anni, non so se considerarmi una giovane donna obesa o solo in sovrappeso. Ho cambiato tanti dietologi e fatto un casino di diete per arrivare all'amara conclusione che non dimagrisco, da quei chili non mi schiodo. Dicono che il mio metabolismo è lento e che le diete fatte negli anni lo hanno rallentato ancora di più, che devo insistere a fare più movimento, ma io lo faccio già e non so più dove trovare il tempo! Ogni giorno cammino svelta per più di un'ora e mezza per andare e tornare dal lavoro e vado anche in palestra tre volte a settimana a fare pilates, non prendo mai gli ascensori e faccio sempre e solo scale, a fatica. Ma il grasso è sempre lì, così come tutti i chili. E adesso ho anche tanta acqua che ristagna, rischio l'edema. (...) Ho smesso di guardarmi allo specchio perché quello che vedo non mi piace, non lo accetto: come fate a dire che siete belle oltre la 46? Cosa si nasconde veramente dietro quello che chiamate l'orgoglio curvy??? È facile essere plus size quando si è alte un metro e ottanta e si ha un corpo da urlo!! Sui giornali si parla di curvy, anche a Miss Italia si parla di taglie morbide ma poi le guardi e ti senti una cretina! Ma dove sono grasse quelle?? Non voglio provocare nessuno ma penso che non ci sia nulla di bello e di femminile in un corpo normale grasso e informe, con la pancia grossa tipo donna incinta... Cosa vedete di bello in gambe piene di cellulite e bracciotte che sembrano grandi salsicce? (...) Vestirsi per andare al lavoro è difficile, entrare nei negozi di abbigliamento e comprare qualcosa di decente è pazzesco, niente mi sta... quando va bene sembro un sacco di patate, quando va male... mi viene da piangere. Senza contare gli sguardi delle commesse che sono sempre chissà perché molto magre.
(...) L'unica cosa che guardo volentieri allo specchio è la mia facciona che nonostante i chili regge, sul resto sorvolo.... troppo poco per sentirsi bella. Sono giovane, single e grassa, ho seguito i vostri consigli, mi trucco, ho comprato i tacchi alti, cercato la biancheria contenitiva per snellirmi... ma allora perché mi sento ancora una brutta obesa oltre la 46?

di Gin Castelli

15 commenti

Anonimo ha detto... @ 17 settembre 2012 02:20

Ciao,
hai provato la dieta Dunkan? Io ho perso 12 chili in 4 mesi
Elisa

Stefania ha detto... @ 17 settembre 2012 03:29

Il corpo cambia con l'età e peggiora di più con le gravidanze. Ho quattro figli meravigliosi che mi riempiono la vita e un corpo poco tonico e con molte smagliature. Parli di pancia tu? Se vuoi ti faccio vedere la mia :-)) La mia pelle non è più giovane come quando ho incontrato mio marito ma ringrazio Dio ogni giorno per le gioie che mi ha dato. Pensi mai che sei fortunata?

Nikeris ha detto... @ 17 settembre 2012 04:37

Posso capira, ma da quanto leggo a livello di proporzioni peso/altezza stà molto meglio di me, certo dipende il come ci si sente in quei kili, io ne ho molti di più rispetto a lei, mi sento sconfortata tante volte, ma la cosa migliore e guardasi dentro e volersi bene come persona, e poi migliorarsi non per l'aspetto fisico ma per la salute, è un percorso difficile dimagrire ma se si stà bene con se stessi si può riuscire (forse i dietologi da soli non bastano ci vuole uno psicologo in queste cose) E posso anche capirla nemmeno io mi sento curvy non posso esserlo, ma ci provo ad accettarmi. Un bacio a tutte le mie colleghe over 50....

Anonimo ha detto... @ 18 settembre 2012 01:26

Posto qua il commento di un amica che da anni combatte con un disturbo alimentare. Posto con il suo consenso naturalmente.
penso che il corpo sia solo l' involucro di un cuore che batte e di un' anima che pulsa... Forse quando si comincia a volersi più bene a considerarsi oltre a un corpo da mostrare tutto migliora.... una persona con molti chili in più pensa che quando li avrà persi tutto migliorerà, allora, si rimanda a quando si sarà dimagriti... Io che lotto contro i dca da tutta la vita, vorrei urlare a tutti che un corpo perfetto non fa la differenza... la differenza la fa l' imparare ad amarsi, a lottare e a non arrendersi... tra un obeso, un bulimico, un anoressico, non c'è nessuna differenza... tutti hanno un cuore che batte e un corpo con un' anima con cui fare pace...
(Aura)

dott.ssa Marta Molinari ha detto... @ 18 settembre 2012 01:27

Una sola cosa. Tornare a far pace con il proprio corpo, e con il cibo, si può. Non è facile ma si può fare.
Se vuoi sono a tua disposizione per aiutarti.
Marta

Erika ha detto... @ 18 settembre 2012 02:19

Scusate, io sono un metro e settanta ma peso cinquantadue chili, e non sono affatto magra! Se pesassi come lei darei i numeri...Erika

Anonimo ha detto... @ 20 settembre 2012 05:13

ciao sono tua coetanea e fino ad un anno fa pesavo anch'io più di 100 kg per 1,60. dopo l'ennesimo pantalone che non si chiudeva ho deciso in maniera perentoria di andare da un dietologo. in un anno ho perso 26 kg e devo dire che la mia vita è migliorata!! io non so qual'è il tuo problema fisico che non ti fa perdere kg ma ha i fatto analisi anche ormonali? io in primis mangiavo non c'è dubbio ma sto curando anche uno scompenso ormonale che non mi aiutava di certo!!!
l'unica cosa che ti consiglio è tenacia ma anche tranquillità; bisogna piano piano fare della dieta una filosofia di vita, deve essere una compagna per la vita, bisogna imparare a mangiare come atto d'amore verso il nostro corpo e quindi la nostra salute. il cambiamento vero per quanto difficile sia deve essere fatto nella propria testa in modo che il risultato poi sia duraturo.
non mollare anch'io ho preso la situazione in mano dopo tanti anni ma spero che sia la volta buona!!!!
un abbraccio Rita
PS volevo rivolgermi ad Erika
se tu ti senti grassa in 52 kg per 1,70 con molta probabilità hai il problema inverso: dire di essere grassa con queste misure è un insulto a chi veramente lo è!!!

Erika ha detto... @ 20 settembre 2012 08:02

Per l'anonima: ho scritto che "non sono affatto magra" ciò non significa insultare chi è in sovrappeso (non leggere quello che non ho scritto!) e neanche affermare che sono "grassa". Mi spiace per la ragazza in questione perché se facciamo un rapporto potrebbe avere davvero tanti chili da perdere e se i vari medici che ha consultato non riescono a farla dimagrire la questione è grave!!!

Anonimo ha detto... @ 20 settembre 2012 17:50

mi si stringe il cuore leggendo queste parole...proprio poco fa sono stata presa in giro anche su facebook da una cretina che nemmeno conosco(si stava commentando la foto di un'amica comune e questa ha iniziato a insultarmi per il mio "pancione", ha usato questo termine) . Ed è solo l'ultima, quest'estate sono stata chiamata “babba Natale” da una quindicenne perché ero vestita di rosso, Balen l'alternativa a Belen da 3 dodicenni sulla spiaggia..eppure, nonostante tutto, credo che il mio corpo non sia da buttare, non vedo le mie braccia come due salsicce, e la cellulite , certo provo a combatterla con le creme, ma cmq l'accetto perchè la vedo anche nelle mie amiche magre. Forse la differenza tra me e questa ragazza è proprio nel fatto che ho imparato ad accettarmi..ovvio che piango e soffro quando sono vittima di questi episodi di bullismo...eppure sento che posso piacere a un uomo, in primis per il mo carattere e per il mio cervello, ma anche per il mio corpo, con tutti i miei difetti. Anche io faccio tantissimo sport e dimagrisco poco e nulla, ci ho messo un anno per passare dalla 54 alla 52, quando ero più giovane perdevo chili con molta più facilità....intendiamoci, magra non lo sono mai stata, la taglia più piccola che ho portato è la 46, per un periodo di tempo brevissimo tra l'altro, perché ho avuto dei disturbi alimentari e sono stata a rischio anoressia:vista la grandezza delle mie ossa la 46 era paragonabile alla 40 di una con uno scheletro esile, avevo le scapole alatissime, non potevo nemmeno poggiarmi a una parete che mi facevano male, eppure ero in sovrappeso secondo le tabelle dei dietologi, mi ha salvato il mio medico di famiglia, che mi ha fatto anche seguire da una psicologa, ho rischiato davvero...per non parlare dei problemi all'umore, ero sempre depressa e pensavo anche al suicidio..sono diventata 48/50, e il mio ragazzo dell'epoca mi faceva notare quanto fossi ingrassata(solo mesi dopo ho scoperto che i chili non c'entravano niente ma cercava una scusa per lasciarmi). ma ho sofferto come una pazza. sono ingrassata ma rimasta stabile taglia 50 per qualche anno, poi lo stress di una perdita in famiglia e della laurea e a vari cicli di antibiotici e cortisone mi han fatto salire fino alla 54 /56, poi un altro periodo difficile in cui ho rischiato la bulimia nervosa,e ora sono una taglia 52 più o meno serena. Fatico tanto, ma ogni tanto mangio anche la nutella, me la godo e poi torno a dieta, ma non più drastica, perché i disturbi alimentari sono dietro l'angolo e non voglio rischiare di nuovo. Ora punto alla taglia 48/50, mi ritenevo bella con quella taglia,anzi uno schianto, anche a detta di molti ex spasimanti! vorrei poter aiutare questa ragazza, spiegarle che, secondo me, la sua tristezza si rispecchia nel suo aspetto, che forse se come me puntasse ad una taglia raggiungibile riuscirebbe a dimagrire ed essere un po’ felice....spero che legga questo mio commento,le sono vicina col cuore perché ho sofferto come lei e a volte soffro ancora, ma ho una consapevolezza che purtroppo ancora a lei manca, e spero riesca a trovarla. Con affetto....

Tagli corti ha detto... @ 1 ottobre 2012 11:00

Mi piace questo blog,davvero molto utile e bello.Complimenti!!!

Grimilde ha detto... @ 4 ottobre 2012 11:14

Io capisco cosa intendi, perchè ho passato la vita ad essere grassa. E a non piacermi.
A rovinare il mio metabolismo con diete drastiche e disturbi del comportamento alimentare.
Ma posso dirti che, se lo vuoi, ce la puoi fare. Con il tempo, con la pazienza e la costanza. Soprattutto, però, ci vuole tanto impegno, sacrificio ed amore verso te stessa.

A me un giorno, quando ho superato i 125kg per 1,69m, è scattato qualcosa nella testa. Tu devi trovare la tua motivazione. Ma prima devi smettere di odiarti così tanto... e di pensare di non potercela fare.
In bocca al lupo.

Anonimo ha detto... @ 4 ottobre 2012 15:19

Ciao!riesco a capire lo stato di malessere interiore ed esteriore che provi.. Non so se ne hai già sentito parlare e se l'hai già provata, ma ti consiglierei di informarti sulla dieta in base al gruppo sanguigno!Personalmente non ti so dire se riesca a garantire risultati, ma tentar non nuoce!;)Premetto che non è una dieta che nasce per far perdere peso, ma per migliorare il proprio stato di salute! Cerca su youtube..ci sono diversi video su Piero Mozzi e questa sua dieta!Spero possa esserti d'aiuto!Un saluto..

Qualsiasi ha detto... @ 14 novembre 2012 16:15

Spero che chi ha scritto questa mail possa leggere il mio commento: Non ascoltare più chi ti dice di fare quella dieta lì o quell'altra. Come hai potuto constatare sulla tua pelle non funzionano mai davvero, e mai permanentemente (forse per qualcuno sì, ma non per quelle come noi). Forse davvero il consiglio più sensato è una visita medica, ma soprattutto un sostegno psicologico. So che è dura chiedere aiuto e che gli psicologi sembrano sempre dei presuntuosi ficcanaso, ma potrebbero aiutarti a capire qual è davvero il problema, qual è l'origine e da lì trovare una soluzione.

Laura ha detto... @ 13 gennaio 2013 18:47

Non commento nemmeno chi ha provato la dieta Dukan, perché sono dei PAZZI. La dieta non è costrizione, la dieta è nella testa, nella volontà ferma di VOLERSI BENE, per se stessi prima di tutto. La dieta comincia quando inziamo a dirci "ce la puoi fare" "ce la devi fare", quando vogliamo dimostrare a noi stessi che NIENTE è impossibile. Se come dici tu fai molto movimento e non mangi schifezze (sicura?) allora c'è un problema di base. Se hai il metabolismo lento allora devi diminuire le porzioni. Io sono l'esempio vivente che si può dimagrire da sole, con calma, senza diete assurde, ho perso 15 kili da ottobre 2011 ad aprile 2012, da 102 kg (sono alta 1,67) a 87, ed è ancora il mio peso, certo so di doverne perdere altrettanti, ma entrare in una 48-50 è comunque una conquista! E non ho rinunciato a cioccolato, pizza, pasta. Ho solo imparato a condire un pò meno e diminuire le porzioni, all'inizio accusi un pò la fame ma poi lo stomaco si ribella se mangi di più ;-) Ora per buttar giù altra ciccia dovrei fare un pò di movimento (io sono pigrissima!) però posso dirti che gli altri ci vedono COME CI VEDIAMO NOI, credimi. Ho avuto montagne di aprezzamenti non appena ho ricominciato a piacermi io, a portare i tacchi, a truccarmi, a scegliere vestiti che valorizzavano quel che c'era da valorizzare, e ti posso dire che i miei 87 non sono porprio niente male... ho avuto anche delle avances da persone che non mi sarei sognata nemmeno di guardare pensando fossero irraggiungibili. Il grasso non è bello, e soprattutto non è SANO. Ma quello peggiore è il grasso che abbiamo in TESTA... tutto comincia da lì. Inizia a volerti bene così tanto da volere il MEGLIO, ed il meglio, vedrai, arriverà!

Silvia Aries ha detto... @ 29 gennaio 2013 04:40

La capisco benissimo. Sono obesa da quando ero ragazzina, sono stata un'adolescente obesa, una giovane donna obesa. Adesso ho 36 anni anche io. Non ho la più pallida idea di cosa voglia dire vivere un giorno da non obesa.
Il momento peggiore l'ho vissuto l'anno scorso, ho raggiunto il peso storico di 124kg su 1,75.
Neanche io amo la mia immagine, ma sto cercando di cambiare, ho perso 20kg, mi sono fatta aiutare da una valida struttura, sono stata ricoverata per un DCA.
Nessun uomo mi ha mai detto di amarmi, quelli che si sono innamorati di me se ne vergignavano. E' tremendo, è vero. Ma io non sono in grado di fare una magia e di cambiare la mia forma fisica con uno schiocco di dita. Al momento peso 104kg, ho programma di cambiare gradualmente, faccio piccoli passi e intanto cerco vestiti che mi piacciono, faccio esperienze che mi gratificano anche se in giro mi dicono che dovrei vergognarmi di mettere la faccia fuori dalla porta, non mi lascio sottomettere da nessuno.
Attenzione ai consigli vari: Dunkan, Zona, minestrone, scarsedale....sono tutti nomi antisonanti che portano a cambiamenti molto veloci e il corpo non si adegua. Inizia a cambiarti la testa, inizia a trovare il modo di piacerti e metti in atto strategie realizzabili che ti portino a migliorare definitivamente.
Il tuo matrimonio è finito? Ti senti brutta? E credi che tutto questo sia solo colpa tua? Smettila di sentirti colpevole: i sensi di colpa fini a se stessi non ti porteranno da nessuna parte, cambia! Fallo per te!

Posta un commento